Il nuovo corso di Giovanni Consolo

Restauro che Passione

L’arte, i segreti e le tecniche di restauro di un mobile antico

Mese 3

Introduzione

Ti presento il 3° mese del Corso “Restauro che Passione”

In questo terzo  mese di video corso ti illustrerò  la differenza tra le tarme e i tarli , ti parlerò del trattamento antitarlo con micronde , con metodo anossico e con permetrina :  e di quest’ultimo apprezzerai  nel dettaglio tutti gli step operativi . Inoltre continuerai  lo studio dei legni :  a proposito, li hai studiati con attenzione i legni del mese scorso? Occhio, chè  nelle riunioni online ti interrogo !!! Inoltre i  video di questo terzo mese continueranno ad accompagnarti nel tragitto di formazione stilistica , proseguendo dallo stile Impero e finendo a ridosso degli anni 30 del 900 ,  con lo studio dell’ Art Decò .

Lezione #36

Introduzione al 3° mese 

“Chi lavora con le mani è un operaio, chi lavora con le mani e la testa è un artigiano ; ma chi lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista.” Queste sono le parole di  Francesco D’Assisi.

Quest’  aforisma  mi ha colpito tantissimo quando lo lessi,  circa   trent’ anni fa, proprio  quando iniziai questa bellissima avventura come restauratore di mobili antichi. Ho deciso di aprire il terzo mese di “Restauro che passione” con l’auspicio  che queste parole possano provocare in voi lo stesso terremoto emotivo , positivo e propositivo, che hanno  suscitato in me ,rimbombando nelle mie orecchie.

Lezione #37

Impara a riconoscere le varie tipologie di tarlo .

Adesso passo all’argomento  legato al tarlo e al trattamento che utilizzo io per debbellarlo.   Un albero in vita è in grado di proteggersi dagli attacchi del tarlo attraverso la produzione di sostanze (ad esempio le resine) che impediscono agli insetti stessi di penetrare e diffondersi in rami e fusto. Quando l’albero viene tagliato per la creazione di mobilio, la produzione delle sostanze protettive cessa e il legno può essere facilmente attaccato da diverse specie di insetti xilofagi (altrimenti chiamati tarli del legno), che rappresentano il pericolo maggiore per l’integrità delle strutture.

Lezione #38

Risolvi il problema tarlo con un efficace trattamento

Non tutti i trattamenti antitarlo sono uguali e per scegliere quello che più ci potrebbe aiutare, bisognerebbe  valutare con accortezza tutti i fattori a cui si andrà incontro : i due trattamenti che abbiamo descritto , cioè il metodo anossico e quello a microonde , pur essendo molto efficaci perchè agiscono bene anche in profondità ,  non fanno  prevenzione e questo è un punto su cui bisogna fare molta attenzione. Per eliminare definitivamente il problema tarli, prevenendo anche la loro ricomparsa, il trattamento antitarlo con permetrina è quello che da molti anni permette di raggiungere ottimi  risultati , proprio perché si può usare anche per un valido trattamento preventivo.

Lezione #39

Come riconoscere il legno del tuo mobile antico?

In questo video imparerai a riconoscere quattro essenze lignee : ciliegio , ebano, faggio e larice

Lezione #40

Come riconoscere il legno del tuo mobile antico ?

In questo video imparerai a riconoscere le due essenze regine dei mobili antichi, il mogano e il noce

Lezione #41

Come riconoscere il legno del tuo mobile antico ?

In questo video imparerai a riconoscere tre essenze lignee: olivo , olmo e palissandro

Lezione #42

Come riconoscere il legno del tuo mobile antico ?

In questo video imparerai a riconoscere tre essenze lignee : pioppo , quercia e tiglio

Lezione #43

Impara a riconoscere lo stile Impero ( 1804 ca 1830 ca )

E’ lo stile di epoca napoleonica. Napoleone bonaparte è stato considerato il più grande stratega militare di tutti i tempi, la sua figura ha inoltre ispirato artisti , letterati ,musicisti ,politici ,filosofi , e storici dall’ottocento ai giorni nostri. I mobili e le tappezzerie del tempo presentano numerosi omaggi a Napoleone , quali la lettera “N”, la corona d’alloro e l’aquila . In Francia la produzione di mobili in stile Impero si sviluppò dal 1804 al 1815 .

Lezione #44

Impara a riconoscere lo stile Carlo X (1825 ca-1830 ca)

Con il Congresso di Vienna, si restituisce in Francia il trono al legittimo rappresentate della monarchia, che era stata allontanata e in parte annientata con la Rivoluzione. Spetta il regno a Carlo X, fratello di Luigi XVI, decollato dalla ghigliottina.

L arredo in auge in questo breve periodo storico si segnala per la tendenza morigerata, quasi borghese che ne contraddistingue gran parte della produzione.

Lezione #45

Impara a riconoscere lo stile Biedermaier (1815 ca -1840 ca)

Questo termine di origine tedesca indica il gusto e la cultura del trentennio intercorso tra il congresso di Vienna del 1815 e le rivoluzioni del 1848. Il nome deriva da foglietti satirici pubblicati tra il 1855 e il 1857 sui “Fliegende Blatter”, scritti da A. Kussmanl e L. Eichrodt, dove si parlava di un personaggio immaginario assunto come il tedesco della piccola media borghesia, intento a districarsi nei piccoli problemi del quotidiano e del tutto disimpegnato nei confronti della vita politica o delle grandi correnti di pensiero o di cultura. 
Capitale ideale dello stile Biedermeyer è Vienna, che incarna idealmente il pensiero espresso dai due scrittori satirici.

Lezione #46

Impara a riconoscere lo stile Luigi Filippo ( 1830 ca- 1848ca )

Questo stile deriva il nome dal periodo di regno di Luigi Filippo, un sovrano la cui spiccata iniziativa in favore della borghesia finanziaria e industriale (che ne aveva peraltro favorito l’ascesa al trono) trova puntuale rispondenza nelle manifestazioni artistiche coeve. 
Tramontata per sempre l’era dei grandi fasti di corte, i manufatti d arte e con essi la mobilia, si orientano verso il nuovo cammino la cui strada è tracciata da sempre nuovi ritmi produttivi, imposti dal velocizzarsi dell’ammodernamento industriale, che ora consente di soddisfare esigenze anche a fasce sociali prima neglette. 

Lezione #47

Impara a riconoscere lo stile secondo Impero  (1848 ca -1870 ca)

IL periodo tra il 1852\1870 anni in cui regnò Carlo Luigi Bonaparte meglio noto con il nome di Napoleone III  fu caratterizzato dall’espansione dell’industria , da una certa prosperità , da un gusto lussuoso e vistoso. L’arredamento viene collocato in ambienti piccoli nel quale spiccano tappezzerie a tinte forti che creano  un  contrasto cromatico a mobili con un ossatura di legno scuro.

Lezione #48

Impara a riconoscere lo stile Revivals  ( 1870 ca 1890 ca )

Gli anni di fine secolo furono segnati  da un’ assoluta confusione stilistica perchè caratterizzati  dalla ripresa di stili del passato .In tutta Europa si affacciava una  desolante ripresa del  senso nazionalistico , che si proiettava su  una serie di stilemi come il Luigi xvi,l’impero, il luigi Filippo,  il Chippendale e il Biedermaier .In Italia, sotto il regno di Umberto 1° (1878\1900) , si portò avanti una linea neorinascimento, per il quale si parla anche di stile Umbertino; non è uno stile caratterizzato da una sua anima intrinseca, bensì una miscela  di stilemi rinascimentali e barocchi su una linea Luigi xvi.

Lezione #49

Impara a riconoscere lo stile Liberty  (1890 ca -1925 ca)

L’arrivo dello stile Liverty in Italia prima del ‘900 fu preparato da alcune correnti di pensiero formulate da critici e teorici come :Camillo Boito,Alfredo Melani,Enrico Thovez e Vittorio Pica. La consacrazione del nuovo stile si proclamò con l’esposizione internazionale di Torino nel 1902. Adesso andiamo nel dettaglio e facciamoci una domanda: come nasce lo stile Liberty applicato al mobilio? La creazione  nasce dalla sinergia tra l’architetto e il designer( che eseguivano il progetto artistico) e la concretizzazione esecutiva materiale del mobiliere o dell’operaio di fabbrica che si avvalgono delle nuove tecnologie industriali ,che permettono una produzione in grande  serie.

Lezione #50

Impara a riconoscere lo  stile Art Decò ( 1914 ca – 1930 ca )

L’ Art Decò è  uno stile sontuoso affermatosi tra il 1914 e il 1930 , probabilmente come reazione al clima di austerità imposto dalla prima guerra mondiale . L’esposizione del mobile di Parigi segna il tramonto della bella epoque e dello stile Liberty. Alle linee curve e delicate si sostituiscono tratti geometrici . I mobili di quest’epoca hanno forme a zigzag , a scacchi ,ampie curvature , motivi a V e con raggi solari .